Well Prepared Holiday on a camping
Consigli generali

Uomo avvisato ...

  • Cerca di raccogliere con largo anticipo il maggior numero di dettagli possibili, in modo da poter giudicare quale sia la tua destinazione ideale. Chi avrà preparato la propria vacanza nel migliore dei modi, probabilmente andrà incontro ad un numero inferiori di disagi dovuti agli imprevisti. È ad esempio possibile verificare in anticipo se nei dintorni ci sia un servizio per effettuare riparazioni o noleggiare dei dispositivi medici. Se utilizzi dei dispositivi elettrici, puoi sapere se la tensione di rete è la stessa che a casa tua, oppure è anche interessante sapere cosa succede in casi di emergenza (come chiamare aiuto o come effettuare l’evacuazione).
  • Tieni ben presente che tutti gli aspetti della tua vacanza possono essere importanti e che non vai in vacanza per rinchiuderti dentro quattro mura di un albergo ad annoiarti. Ci sono attività adatte, luoghi d’interesse o attrazioni nei dintorni? È possibile andare a mangiare qualcosa di buono nelle vicinanze? Vi sono dei trasporti adattati con i quali raggiungere i luoghi di tuo interesse? 
  • E ricorda che c’è sempre qualcosa che può non andare per il verso giusto. Non lasciare in ogni caso che questi imprevisti rovinino le tue vacanze. A volte prepararsi ad un ‘worst case scenario’ può costituire solo un divertente ricordo della vacanza appena trascorsa.

Prenotazione

  • Prenota in tempo! In fin dei conti è ovvio. Chi arriva per primo, ha una maggiore possibilità di scelta e molto spesso le strutture ricettive accessibili sono anche quelle che vengono prenotate più velocemente rispetto a quelle classiche. Lo stesso vale anche per i viaggi di gruppo aperti a partecipanti con una disabilità.  
  • Organizzi la tua vacanza in piena autonomia o ti affidi ad un’agenzia di viaggi?  Ci sono infatti agenzie di viaggi specializzate in vacanze per persone disabili, ma è anche possibile effettuare la propria prenotazione presso una classica agenzia di viaggi, nonostante abbiano probabilmente meno esperienza in materia di accessibilità. Per questo è importante discutere in anticipo ed in maniera approfondita dei propri bisogni e necessità. Quali sono le misure della tua sedia a rotelle? Sei ancora in grado di percorrere brevi tragitti a piedi? Utilizzi dei dispositivi medici particolari? Prendi delle medicine? ... 
  • La tua è una vacanza solitaria o viene qualcuno insieme a te? Questa condizione può essere determinante ai fini della tua scelta. Pensa ad esempio al bagaglio, al trasporto, ai trasferimenti, ecc.

Un’affidabile persona di contatto

  • Prima di partire, mettiti in contatto con qualcuno del posto. Non sarebbe ragionevole basarsi sulle esperienze, buone o cattive che siano state, di un altro viaggiatore disabile. Ogni cosa dipende dalla propria situazione di viaggio, come anche dalle proprie necessità e desideri. 
  • Fai ben attenzione a metterti in contatto con qualcuno che abbia già visitato la struttura ricettiva. Molto spesso un impiegato del reparto prenotazioni di una catena alberghiera non è sufficientemente informato della situazione reale. Se necessario, chiedi di parlare con qualcuno del reparto logistico, oppure verifica se la tua persona di contatto è disposta ad andare in loco per dare un’occhiata. 
  • Utilizza domande aperte, piuttosto che domande dirette con risposte si/no. Persino il più disponibile tra gli operatori alberghieri, i gestori di campeggio o l’addetto alla reception avrà la tendenza a fornire la risposta più gradita. È possibile evitare malintesi formulando delle domande aperte:
    NON: “Ci sono scale o gradini?”
    MA: “Potrebbe descrivermi il percorso dalla porta d’entrata fino al bagno?”

Qualche cifra

Non tutti possono capire quali siano le conseguenze pratiche legate alla tua disabilità, per questo, senza dover necessariamente sottoporre loro il tuo fascicolo medico, puoi in ogni caso fornire qualche informazione utile

  • Misura la larghezza e la lunghezza della tua sedia a rotelle, aggiungendo 10 cm ad ogni lato per poterti muovere agevolmente. In tal modo la tua persona di contatto potrà verificare sul posto se puoi accedere con la tua sedia a rotelle dalla porta o se puoi entrare nell’ascensore. 
  • In caso utilizzi un sollevapersone, lo spazio sotto il letto è altrettanto importante (minimo 10 cm di altezza e 80 cm di larghezza). 
  • In alcuni casi solo la suite potrà soddisfare le tue esigenze. In tal caso è sempre meglio chiedere se è necessario pagare un supplemento.

Nero su bianco

Porre le domande per iscritto, offre diversi vantaggi. 

  • In primo luogo, si riducono le probabilità di dimenticare qualche dettaglio.    
  • In più, offri maggior tempo al collaboratore/collaboratrice della reception per formulare una risposta accurata (ad esempio per richiedere informazioni o per prendere delle misure). Ed ultimo, ma non meno importante, di solito ricevi anche una risposta scritta. 
  • Per evitare eventuali malintesi (ed anche per avere una prova su carta in caso di problemi), ti consigliamo di mettere nero su bianco il maggior numero possibile di accordi. 
  • Puoi anche chiamare in anticipo il gestore in questione per fornire lui un quadro della situazione e metterlo al corrente del fatto che intendi inviare lui per e-mail una lista scritta di domande.

Sul posto: usa la diplomazia

  • Nonostante la meticolosa preparazione, è possibile trovarsi a fronteggiare una spiacevole sorpresa. Tieni in ogni caso a mente che raramente troverai lo stesso comfort di cui normalmente godi a casa tua. Comunque sia, con il dialogo e la diplomazia si ottengono spesso buoni risultati, anche se ciò non significa rinunciare ai propri diritti. In caso un accordo non venga rispettato, hai diritto ad un’alternativa equivalente.

Ritorno a casa

Siamo molto curiosi di conoscere la tua esperienza e di ricevere eventuali consigli. Contattaci o raccontaci la tua esperienza di viaggio nella rubrica “Racconti di viaggio” sul sito web www.toegankelijkreizen.be. I tuoi consigli possono essere fonte d’ispirazioni per altri viaggiatori disabili.
Back to top