Mentre la cattedrale risale al 1200-1300, i lavori di costruzione della torre iniziarono nel 1452 sotto le direttive della famiglia di architetti Keldermans. Per diverse vicissitudini i progetti e le tempistiche cambiarono diverse volte e la torre non fu mai ultimata come da progetto. Ciò non ha comunque impedito alla versione attuale della torre, alta 97 metri, di diventare il simbolo di Mechelen e di entrare a far parte del Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'UNESCO. In passato tutti i documenti ufficiali della città venivano conservati nella torre fortificata, che fungeva anche da campanile. Le campane non solo venivano suonate per indicare l'ora ai cittadini, ma anche per dare l'allarme in caso di pericolo. La torre era anche un punto di osservazione strategico: da qui infatti si riusciva ad avvistare il nemico in lontananza.

Skywalk
È possibile visitare la torre e le sue sei sale ognuna con un tema differente (la sala dell'orologio, la sala delle campane tra le altre), l'orologio ancora funzionante e due carillon. Unico in Europa, lo Skywalk offre una vista panoramica sul Grote Markt, la città e la zona circostante. Una ricompensa decisamente meritata dopo la salita!

Il Carillon
Leggenda vuole che la gente di Mechelen fosse sempre in ritardo, arrivando agli appuntamenti alla cosiddetta ora di Mechelen. Fu per questa ragione che nel XVIII secolo si decise di dotare tutti e quattro i lati della torre con l'orologio più grande del mondo. I giganteschi quadranti dell'orologio, più grandi di quelli del Big Ben di Londra, indicavano solo l'ora: per sapere i minuti occorreva ascoltare il carillon.
L'orologio non c'è più, ma il carillon suona ancora oggi ogni quarto d'ora e alla mezz'ora di Mechelen, ovvero ogni sette minuti e mezzo, con un colpo. Le antiche campane presenti risalgono al XVII secolo. Nel 1981 la torre fu restaurata e venne installato un nuovo carillon. Ogni settimana si organizzano diversi concerti mentre ogni cinque anni la Scuola di Carillon organizza la gara internazionale Regina Fabiola.

Estintori della Luna
Lo sapevi che gli abitanti di Mechelen sono chiamati Estintori della Luna? Devono questo nome ad un evento accaduto nel XVII secolo: una notte, nel cielo di Mechelen si stagliava la luna piena avvolta dalla nebbia e un avventore di un pub, probabilmente un po' ubriaco, vide la Torre di San Rombaldo in fiamme. L'uomo si precipitò immediatamente a dare l'allarme al vicinato. Svegliati dal profondo torpore, i cittadini di Mechelen aprirono le finestre e videro il medesimo incendio. In pochissimo tempo si precipitarono a formare una lunga fila per passarsi l'un l'altro i secchi d'acqua lungo le scale della torre. Ma, appena prima di raggiungere la cima, la luna emerse dalla nebbia, illuminando le vetrate della cattedrale. A questo punto i cittadini si accorsero di aver scambiato l'aureola della luna, formata dalla nebbia, per il fumo di un incendio.

Falchi Pellegrini
Da diversi anni i falchi pellegrini sono tornati a vivere nella Cattedrale di San Rombaldo. Se sei fortunato, riesci ad avvistare l'intera famiglia.

Altre notizie su Mechelen

Dove

Onder den Toren 12
2800 Mechelen

Contatto

Informazioni di accessibilità

Accessibile attraverso entrate laterali. La torre stessa non è accessibile a persone su sedia a rotelle. ma è possibile visitarla virtualmente con una guida multimediale. Aperta da giovedì a martedì dalle 13 alle 18.

Mappa locale

Di seguito trovi una mappa interattiva.

Back to top