Carnival Aalst - Mask - Photo credits Andrea Kirkby

Carnevale, rievocazioni, sfilate...le Fiandre ti propongono delle esperienze in costume davvero caratteristiche. Segnale nella lista di appuntamenti da non perdere nella tua prossima vacanza in Belgio!

Il Carnevale di Aalst

Carnival Aalst - Detail of a parade wagon - Photo credits Toon Bronselaer

Nel periodo di Carnevale, dalla domenica al martedì grasso, ad Aalst si susseguono eventi e personaggi esuberanti: la sfilata popolata da giganti accompagnati dal maestoso Bayard, il cavallo di Carlo Magno attraversa la città; l'incoronazione del principe del Carnevale che diventa “sindaco” della città e mette in ridicolo i politici; la danza delle scope, effettuata per scacciare i fantasmi dell’inverno; la parata del martedì, dove uomini vestiti da donna che indossano enormi corsetti e ombrelli rotti e passeggini danzano per le strade sbeffeggiando tutti quanti. E non solo: c’è anche il falò dell’effige del carnevale che chiude questa splendida festa lunga tre giorni. Dal 2010 questo Carnevale è iscritto nella lista dei Patrimoni intangibili dell'UNESCO.

La Processione di Hanswijk

Hanswijk Procession in Mechelen - Photo by Jan Smets (copyright always obligatory)

Il 21 maggio la Processione di Hanswijk animerà le strade di Mechelen. Questa manifestazione si ripete ogni anno, a maggio, sin dal 1273 e unisce tradizioni religiose allo spettacolo di acrobati e saltimbanchi. La storia delle origini della processione è antica e mescola fatti storici ad abbellimenti religiosi: nel 1272, Mechelen fu teatro di disordini civili e invasa dalla peste. In preda alla disperazione, la gente di Hanswijk, una frazione di Mechelen, decise di andare a pregare la statua della Madonna dentro le mura cittadine. Allarmati dal grande afflusso, i cittadini di Mechelen chiusero le porte per respingere la popolazione di Hanswijk, che allora intonò il canto "Monstra te esse matrem - mostra di essere la nostra madre". Intonato il canto, la Porta di Bruxelles si spalancò lasciando entrare il gruppo. Dato che poi disordini e peste scomparvero, Hanswijk fece il voto di portare la statua in processione ogni anno. La processione consente agli spettatori di rivivere questa storia e ammirare incredibili performance artistiche

Per tua curiosità: a Mechelen si tiene anche la Cavalcata di Hanswijk, che però avviene solo una volta ogni 25 anni. Ciò che distingue la cavalcata e la rende speciale è il gran numero di cavalli usati come cavalcature e animali da tiro. L'ultima cavalcata è stata nel 2013, perciò il prossimo appuntamento sarà nel 2038!

Ommegang di Bruxelles

Ommegang Brussels - (c) Louis-Philippe Breydel (copyright always obligatory)

Questo grande corteo tradizionale è uno degli eventi più importanti della storia di Bruxelles. L'Ommegang (in antico fiammingo "andare intorno") era una processione religiosa durante la quale le reliquie dei santi e le statue venivano portate fuori dai luoghi di culto e portate in giro, attorno agli edifici sacri. Il suo prestigio era tale che Bruxelles, nel 1549, decise di organizzare una Ommegang speciale per celebrare l'imperatore Carlo V, giunto in città per presentare al popolo il figlio Filippo. La manifestazione divenne un appuntamento tradizionale a partire dal 1930, quando fu organizzata in occasione del centenario del Belgio. Attualmente è un evento che ricorre ogni anno: puoi assistere alla manifestazione all'inizio di luglio (il 5 e il 7 luglio nel 2017), quando oltre 1.400 comparse in costume d'epoca, decine di cavalli, carri e inquietanti giganti sfilano nella suggestiva cornice della Grand Place della capitale belga, accompagnati da carrozze e abili sbandieratori. Uno spettacolo da lasciare incantati!

Processione del Sacro Sangue di Bruges

Holy Blood Procession in Bruges - Photo by Jan Darthet (copyright always obligatory)

Questa processione, che rievoca scene e passi della Bibbia grazie alla partecipazione di numerosi figuranti in costume, risale al XIII secolo e si tiene ogni anno il giorno dell'Ascensione (quest'anno il 25 maggio). Se ne ritrovano tracce già in una carta delle Gilde del 1291 ove si stabiliva che tutte le corporazioni erano obbligate a parteciparvi. Escluso il periodo del regime Calvinista e quello del dominio Francese dopo la Rivoluzione, la città di Bruges ha sempre organizzato questa sacra processione. La manifestazione celebra la reliquia del Sacro Sangue di Cristo e il suo arrivo nella città di Bruges, dove è tutt'ora venerata. Secondo l'antica tradizione, Teodorico di Alsazia, conte di Fiandra, ricevette la reliquia, con l'approvazione del patriarca di Gerusalemme, dalle mani del cognato Baldovino III d'Angiò, re di Gerusalemme, come riconoscimento del suo eroismo durante la seconda crociata in Terra Santa. Arrivato a Bruges il 7 aprile 1150, il conte Teodorico, portò la reliquia alla cappella di San Basilio, che egli stesso aveva fatto costruire, dove è ancora conservata. 

Back to top