Rievocazione storica Ommegang a Bruxelles: sbandieratori - ©Emilie Bertrand
Emma Thomson

Emma Thomson

  • Job: Freelance travel writer and author of Flanders: The Bradt Travel Guide
  • Favorite destination: Belgium
  • Likes:Travel writer, editor, broadcaster, photographer

Emma partecipa alla processione dell'Ommegang. Questa splendida processione folcloristica, con le sue radici storiche nel xvi secolo, è uno dei più importanti eventi nella storia e cultura di Bruxelles.

Luglio

Birra a Bruxelles

"Birra gratis?" sorride un tizio in calzoni corti verdi, sporgendomi uno spumeggiante bicchiere di plastica. "Certo!", gli rispondo con atteggiamento festoso. Gli passo oltre e entro in una delle migliori piazze d’Europa - la Grand Place. Stasera è trasformata: posti a sedere sono dislocati di fronte al monumentale Hôtel de Ville ed è stata eretta una galleria medioevale davanti a Maison du Roi. Ovunque, le persone si sporgono dalle finestre del palazzo, ridendo e facendo tintinnare i bicchieri. Il palco è stato eretto per la processione dell'Ommegang – termine fiammingo per "camminare" - una spettacolare processione con oltre 1.400 artisti che si è svolta su questi famosi sampietrini per quasi 500 anni.

Rievocazione storica Ommegang a Bruxelles: attori in costume

Tutto questo grazie a un'incidenza di furti. Nel 1348, Beatrijs Soetkins udì la voce della Vergine Maria che le diceva di recuperare la statua miracolosa della Madonna, che al tempo risiedeva ad Anversa – e di portarla a Bruxelles per premiare la Corporazione degli arcieri per la costruzione della cappella del Notre Dame du Sablon in suo onore. Il marito ha diligentemente remato a valle e lei si è intrufolata all'interno e ha rubato la statua.

Tuttavia, sulla via del ritorno le sue stanche braccia hanno ceduto e hanno seguito il destino delle correnti. Miracolosamente, sono state salvate dalla barca che fluttuava a monte ed è sbarcata nel punto esatto in cui gli arcieri si esercitavano. Una coincidenza? Non la pensavano così e questo non era anche il pensiero dei residenti di Anversa, che hanno accettato che loro conservassero la statua. È stato fatto un voto per la costruzione di una chiesa più grande e per celebrare il miracolo ogni anno con una processione, che è stata svolta per la prima volta nel 1549 (chiaramente ci è voluto un po' di tempo per organizzarsi...) per l'Imperatore Carlo V, suo figlio Filippo II, e i cavalieri dell'Ordine del Toson d'oro.

Ommegang a Bruxelles: pubblico


In questa calda sera d'estate, attori dilettanti recitano intorno alla piazza vestiti in abiti medievali. Le donne, agghindate in cappelli in panno bianco e gonne di lino, mi fanno un cenno con la testa mentre passo; gli uomini abbassano la testa e fanno un inchino e mi ritrovo a restituire la cortesia.

Ommegang rievocazione a Bruxelles: giullare



La musica sale e ritorniamo ai nostri posti a sedere. Un buffone entra dal lato sinistro del palco, facendo capriole e cose divertenti fino a quando il pubblico inneggia a che inizi lo spettacolo.

Ommegang, corteo a Bruxelles: sbandieratori



Le trombe suonano e gli uomini riempiono la piazza sorreggendo enormi bandiere. Con strilli gutturali, le lanciano sempre più in alto, afferrando poi i manici volteggianti delle stesse appena prima di venir trafitti.

Corteo Ommegang a Bruxelles: giganti

Tornano i cavalieri a cavallo di bellissimi cavalli avvolti in panni reali, sollevano le ginocchia e sbuffano sdegnosamente ai due personaggi extra che stanno cercando di passare inosservati e stanno cercando di mettere gli escrementi del cavallo in una carriola. Il pubblico li nota comunque e scoppia un boato di risate.

Man mano che la luce che svanisce, arrivano i giGandi. Una parata di folcloristici colossi alti 10 metri che onora le diverse regioni del Belgio. Dietro di loro seguono tutti i personaggi della leggenda: il re, regina, la Vergine Maria, i monaci incappucciati con candele e arcieri - tutti turbinano intorno alla circonferenza in un tripudio di coloratissimi costumi.

Corteo Ommegang a Bruxelles: combattimento sui trampoli


Dal mio posto a sedere, posso vedere i trampolieri in coda sui lati. Si appoggiano alle gradinate, controllando nervosamente gli attacchi ai piedi. Infine, è il momento e si gettano sulla piazza cercando di rovesciare i loro avversari. Uno ad uno cadono al suolo, come fiammiferi, fino a che rimane un vincitore solitario - che saltella su una gamba sola, puntando un pugno vittorioso verso il cielo stellato. Gli spettatori incitano e urlano entusiasti.

Non bisogna scoraggiarsi dalla parola deviante di "processione religiosa". Questa è una serata di allegria medievale senza eguali, organizzata in uno dei migliori teatri all'aperto del mondo.

Info

Lo spettacolo principale si svolge sulla Grand' Place. I biglietti possono essere prenotati on-line presso www.ommegang.be, o per telefono: +32 70 66 06 01.

Back to top