Brussels

Bruxelles ha molto da offrire. È il posto dov'è stata inventata la pralina, ospita alcune delle opere artistiche più belle del mondo e, soprattutto, il simbolo della città è un bambino che fa la pipì. Ma dove andresti se avessi solo 48 ore a Bruxelles? Inizieresti ammirando l'Atomium ? O seguendo le orme di Tintin ? Dedicheresti il tuo tempo all'architettura Art Nouveau , alla maestosità della Grand Place o ai tesori dei molti musei all'avanguardia? Con un'offerta così ampia, è difficile sapere da dove iniziare. Questa guida ti aiuterà a trarre il meglio da Bruxelles Capitale dell’arte in due giorni.

Primo giorno

Belle arti per un inizio in bellezza

Se inizi il tuo giro dalla stazione di Bruxelles Centrale , ti ritroverai  a due passi dai Musei reali delle belle arti del Belgio . In ciascuno di questi musei  sono conservate meraviglie assolute. Per un tocco di vera genialità, fermati al Museo  dedicato agli ”Old Masters” , che espone le opere di pittori europei dal XV al XVIII secolo. Grandi artisti del calibro di Hieronymus Bosch, Hans Memling, Pieter Bruegel il Vecchio e Peter Paul Rubens si contenderanno la tua attenzione.

Per chi ha un debole per il surreale, c'è anche il Museo Magritte . Dedicato a René Magritte, il surrealista belga che trasformò in arte mele verdi e bombette, il museo è un tuffo nel mondo fantastico di uno dei più importanti artisti belgi.  

Royal Museums of Fine Arts of Belgium

Se hai voglia di cambiare musica, i 7.000 pezzi della collezione del Museo degli strumenti musicali (MIM) , famosa in tutto il mondo, lasceranno sicuramente il segno. Troverai di tutto, da un'armonica in vetro a una ghironda. Uno dei pezzi forti è il componium del XIX secolo, uno strumento affascinante in grado di

Music Instrument Museum (c)Milo Profi

Un pomeriggio all'Atomium

La prossima tappa si raggiunge più facilmente in metropolitana. Dai un'occhiata alle piastrelle che rivestono le pareti delle varie stazioni: ci sono tante opere d'arte incredibili che cattureranno il tuo sguardo.

Quando arriverai alla fermata Heysel, ti ritroverai ai piedi dell'immenso e luccicante Atomium . Alte oltre 102 metri, le nove sfere e le loro connessioni rappresentano la cella unitaria di un cristallo di ferro – solo che sono state ingrandite 165 miliardi di volte. Oltre alle scale mobili più lunghe d'Europa, l'Atomium ospita varie installazioni artistiche, un ristorante e offre una vista spettacolare di Bruxelles.

Atomium (c)SABAM2016 -Chirstophe Licoppe befocus

Aggiungi un po' d'arte alla tua serata

Concludi la giornata con un giro a piedi di Ixelles e della sua architettura liberty. Uscendo dalla metropolitana alla fermata Horta, puoi includere anche il Museo Horta e l'Avenue Louise nel tuo percorso, ma vale la pena anche solo fare una passeggiata lasciandoti guidare dalla maestosità degli edifici. Se non hai voglia di camminare, perché non sederti per un caffè e ammirare l'architettura dal Café Metropole ? In alternativa, Comme Chez Soi combina l'haute cuisine con una memorabile sala da pranzo in stile liberty e unaltrettanto memorabile cantina di vini. È un modo ideale di terminare la tua prima giornata all’insegna dell’arte a  Bruxelles.

Louiza Lane

Secondo giorno

L'arte della politica

Non c'è niente di meglio di una camminata di prima mattina (o in tarda mattinata), soprattutto se ti porta ad attraversare il Parco del Cinquantenario . Se preferisci, puoi tralasciare le tante statue e monumenti e visitare invece AutoWorld , il museo delle auto d'epoca. La sua incredibile collezione comprende una Bugatti, una Bentley e diverse limousine che un tempo appartenevano alla famiglia reale belga. 

Visto che sei in zona, non perderti un giro al Parlamentarium . Questo museo, dedicato alla storia, al funzionamento e ai lavori dell'Unione Europea, potrebbe sorprenderti in più di un modo. La storia prende vita grazie a un'intelligente varietà di mostre e strumenti multimediali che ti faranno vivere un'esperienza piacevole, dinamica e interattiva.

Il modo migliore per concludere la visita è fare un salto da Maison Antoine . Fin dall'apertura nel 1948, questo piccolo ristorante si è fatto notare per la bravura nel cucinare il piatto nazionale belga: le nostre patatine fritte, uniche, croccanti e dorate .  

Jubelpark

Un'esperienza artistica eclettica

Resterai senza parole quando arriverai alla bellissima Grand Place . Questa piazza è caratterizzata da uno sfarzo architettonico assoluto. Le complesse sculture dorate fanno risplendere alla luce del sole i sontuosi palazzi della piazza, mentre la facciata merlettata del Museo della città di Bruxelles crea un contrasto sorprendente. Il Municipio , con la sua torre monumentale, domina la piazza. Le storie che circondano questo edificio asimmetrico (dagli ampliamenti imprevisti durante la costruzione a un errore che portò alla defenestrazione dell'architetto) non fanno che aggiungere fascino alla Grand Place e ai miti che permeano il Belgio e l'identità belga. 

Se hai un po' di sete (o se hai solo voglia di provare qualcosa di diverso dal solito), dietro l'angolo troverai Le Cercueil , un cocktail bar decorato con scheletri, boccali a forma di teschio, tavoli-bara e che è, curiosamente, un locale di speed date.

Brussels Grand Place

Manneken Pis, elefanti rosa, famiglia reale e personaggi dei fumetti

Percorri la via e passa davanti al murale che raffigura il personaggio dei fumetti Tintin, fino all'angolo dove fa la guardia Manneken Pis . Questa statua in bronzo delle dimensioni di una bambola è il simbolo più riconoscibile di Bruxelles e viene vestita con abiti diversi in base alle ricorrenze che si festeggiano in città. È così famosa che nessuno è in realtà sicuro di conoscere la vera storia del bambino di bronzo... Faceva la pipì per spegnere un incendio? Il suo bersaglio era il capo delle forze nemiche? Oppure la verità si trova in una delle molte altre leggende? 

Una breve passeggiata ti porterà per la Rue des Bouchers, la via dei ristoranti, fino a Jeanneke Pis , la controparte femminile di Manneken Pis. Hai voglia di una o due birre? Perché non 3.162? Il Delirium Café  è stato premiato dal Guinness dei primati perché serve la maggior parte delle varietà di birra disponibili in commercio. È il posto migliore per provare una birra Delirium Tremens . È stata votata come una delle migliori al mondo, nonostante il mito per cui, bevendola, potresti vedere gli elefanti rosa.

Colourful statues of Manneken Pis Brussels (c) Pieter Heremans

Neppure una vacanza di 48 ore è perfetta se non ci si toglie qualche sfizio. Perché non andare a fare shopping come un membro della famiglia reale nelle bellissime Gallerie Reali Saint-Hubert ? Lungo i passaggi principali, di grande bellezza architettonica, si susseguono negozi, bar e, soprattutto, cioccolaterie - tra cui Neuhaus, il maître chocolatier che inventò la pralina belga

Se sei un fan di Tintin, Asterix, i Puffi, Lucky Luke o dei fumetti in generale, è nel Centro belga del fumetto che scoprirai la varietà e le profondità spesso insospettabili della nona arte, nata dalla penna e dal pennello di oltre 700 autori belgi. Non solo per bambini! 

Royal Galleries Brussels

Splendore notturno

Se inizi ad essere affamato, perché non fare di necessità virtù? Bon-Bon , ristorante due stelle Michelin, serve piatti pieni di personalità e sapori. È un po' fuori mano, ma resta comunque la nostra raccomandazione numero uno per chiunque abbia voglia di una cena da sette portate.

Place Saint Catherine è invece un must per chiunque ami i crostacei, i molluschi o qualsiasi altro tipo di piatto a base di pesce. I menù in questi ristoranti dipendono in gran parte dalla pesca del giorno, ma saranno sempre piatti freschi e saporiti.

Innaffia il tutto con una birra da A La Mort Subite . Questo bar, ricco di decorazioni in stile liberty, è fra i preferiti sia dei turisti che dei locali e ha dato il nome a una varietà di birre. Prima di provarle, forse dovremmo avvisarti che "morte subite" significa "morte improvvisa". 

Place De Saint Catherine (c)visitbrussels - Eric Danhier

Se sei ancora vivo e vegeto, c'è un fantastico modo per concludere la serata e il tuo giro di 48 ore a Bruxelles: vai alla Cattedrale di San Michele e Santa Gudula , un capolavoro dell'architettura gotica. Le bellissime decorazioni esterne dell'edificio ti affascineranno. Ma di notte? La pietra bianca sembra brillare. Preparati, rimarrai a bocca aperta!

Cathedral of Saint Michael and Saint Gudula

Ora hai visto un pezzetto di quello che la capitale belga ha da offrire, ma c'è molto altro da scoprire e apprezzare. Anche se 48 ore a Bruxelles non bastano per vedere tutto, sono comunque un piccolo assaggio di ciò che rende questa città così spettacolare e unica: una città in cui vale la pena di tornare.

Banner Promo Brussels Airlines, Hi Belgium Pass
Back to top