View of Antwerp

Ad Anversa il tempo vola... ed è ovvio! Ci sono così tante cose da vedere: i tesori della Rubenshuis (Casa di Rubens), un’architettura innovativa, città di fama mondiale per la moda e uno dei porti più grandi d’Europa. Attuale, sorprendente, stimolante, di tendenza: ecco perché Lonely Planet l'ha inserita nella Top 10 città Best in Travel 2018. E oggi è ancora più vicina con Hi Belgium Pass di Brussels Airlines. Quindi da dove iniziare e, soprattutto, come trarre il meglio da ogni singolo momento? Cosa si può fare ad Anversa con sole 48 ore a disposizione?

Giorno 1

Una mattinata tra fumetti, zoo e diamanti

Una volta arrivati alla Stazione centrale di Anversa rivolgete lo sguardo verso l’alto e ammirate lo straordinario tetto a cupola, gli orologi decorati e il grandioso atrio. Lo spettacolo che vi troverete di fronte è lo stesso che accoglie i numerosi visitatori della città sin dal 1905. Più cattedrale che snodo di trasporto pubblico, la stazione è un esempio di eclettismo architettonico eccezionale che toglie il respiro. Al suo interno ospita anche il parco divertimenti Comics Station, che con le sue 60 attrazioni organizzate su quattro piani vi trasporterà in un viaggio attraverso l’eccezionale storia della Nona Arte belga e dei suoi protagonisti.

Main entrance hall of the Central Station in Antwerp

Usciti dalla stazione vi ritroverete immediatamente nello zoo di Anversa, uno dei più antichi del mondo. Se leoni, tigri e orsi non vi attirano, potrete andare in cerca di tesori nel quartiere dei diamanti in cui una miriade di negozi espongono pietre preziose e gemme abbaglianti in accattivanti vetrine (prima verificate i loro orari di apertura: spesso il sabato aprono tardi e la domenica sono chiusi).

Entrance gate Zoo of Antwerp

Dalla Meir alla Rubenshuis: un pomeriggio come mai prima

Diamanti splendenti, passerelle della moda, ristoranti, caffè e meravigliosi edifici rococò: benvenuti sulla Meir ! Il pittore del Barocco fiammingo, Peter Paul Rubens, era solito visitare la zona della Meir per trarre ispirazione e rilassarsi, soprattutto nel periodo in cui visse nei pressi. La sua residenza, un vero e proprio palazzo, oggi è stata trasformata nel museo "Rubenshuis", in cui si può visitare l’atelier del Maestro, entrare in contatto con il suo mondo e ammirare una selezione delle sue opere d’arte (tra cui Adamo ed Eva e L’Annunciazione), nonché le opere dei suoi contemporanei (quali Anthony van Dyck e Pieter Bruegel il Vecchio).

Rococo buildings on the Meir in Antwerp

Mondanità notturna: arte moderna e moda

Sebbene sia possibile passare 48 ore ad Anversa solo ad ammirare la Rubenshuis, la città ha ancora molto da offrire. Forse un’esibizione al centro internazionale della musica AMUZ, chiesa sconsacrata che oggi è una splendida location per concerti?
O magari una visita al Museo d’Arte Contemporanea M HKA, dedicato all’importanza dell’arte "performativa", alla critica sociale nell’arte contemporanea e al mondo multipolare contemporaneo? Altrimenti potreste optare per il MoMu, il Museo della moda, in cui i fashionisti potranno ammirare le mostre temporanee di designer d’avanguardia. Il museo ospita principalmente i lavori di stilisti di Anversa e del Belgio e rappresenta quindi il luogo ideale per immergersi nelle creazioni radical dei designer della moda locali, noti in tutto il mondo come I Sei di Anversa!

M HKA Antwerp - Museum of contemporary Art

Giorno 2

Passate la vostra mattinata facendo un viaggio a ritroso nel tempo

Varcata la soglia del museo Plantin-Moretus sembra di ritornare al XVI secolo. Questo grandioso edificio fu in passato un’autentica fucina dell’industria tipografica europea e qui furono stampate alcune tra le opere più celebri dell’epoca con macchine per la stampa che si trovano ancor oggi in perfetto stato di conservazione. Tra le pareti rivestite in pelle dorata, potrete ammirare una biblioteca con libri straordinari, arazzi e dipinti (tra cui dei Rubens), una Bibbia tradotta in cinque lingue e molto altro ancora. Se ciò non bastasse, è anche l’unico museo a essere stato inserito nella lista del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

Plantin-Moretus Museum in Antwerp - © Antwerpen Toerisme en Congres

A pochi passi, la Cattedrale di Nostra Signora è una tappa obbligata. Risalente al 1321, questa imponente chiesa in stile gotico ospita L’elevazione della croce, La deposizione della croce e L’assunzione della Vergine Maria di Rubens. Allungate bene il collo per ammirare i soffitti affrescati e perdetevi nella contemplazione dell’incredibile serie di opere d’arte che costellano la cattedrale.

Cathedral of our Lady in Antwerp

Opere d’arte, architettura e qualche secolo di danza, opera e musica

Nella piazza Grote Markt (Grande mercato) troverete il magnifico municipio di Anversa e la rimarchevole Fontana di Brabo, che racconta la leggendaria storia sull’origine del nome della città. La leggenda narra che l’eroe Brabo tagliò la mano del gigante malvagio Antigoon per poi gettarla nel fiume Schelda. In lingua olandese "mano" si dice "ant" e "gettare" si traduce con "werpen", da cui il nome Antwerpen. La fontana è prospiciente il municipio, un edificio straordinario considerato uno dei più fulgidi esempi dell’architettura rinascimentale in Europa, soprattutto per un edificio governativo. Il municipio è a sua volta fiancheggiato da splendidi palazzi municipali, pregevoli edifici ognuno dei quali in passato era dedicato a un mestiere specifico.

Lungo le strade che conducono verso il fiume Schelda potrete visitare un bellissimo edificio storico dichiarato Patrimonio dell’umanità: l’antico mercato delle carni, il Museum Vleeshuis . La sua incredibile collezione racchiude 600 anni di danza, opera, musica e strumenti.

Brabo Fountain on the Market Square in Antwerp

Dal porto alle vedute panoramiche per una notte indimenticabile

Passeggiando verso nord lungo la Schelda arriverete al porto di Anversa . Per vederne la febbrile attività potrete fare un giro in barca, in autobus o anche esplorarlo al vostro ritmo in bicicletta. L’imperdibile Port House ospita il centro direzionale del porto. Progettata da Zaha Hadid, è una brillante struttura architettonica assolutamente da vedere per credere (che esista davvero)!

Port House of Antwerp

È giunto il momento di dirigersi verso il Museo MAS, che esplora la storia marittima di Anversa attraverso foto, arte contemporanea, sculture e altro ancora. Ciliegina sulla torta è la spettacolare vista panoramica a 360° della città che si può ammirare dall’ultimo piano del museo. Se siete fortunati, potrete ammirare la bellezza del tramonto su Anversa. Quale modo migliore per concludere la vostra visita?

Museum MAS in Antwerp

In sole 48 ore ad Anversa avete visto molto di quanto la città ha da offrire, anche se molto non è tutto. Sono ancora innumerevoli i tesori da scoprire e le esperienze in attesa di essere vissute. In altre parole, Anversa serba sempre qualcosa di nuovo per invitarvi a tornare.

Ristoranti e vita notturna

Anversa è una tappa obbligata per i buongustai di ogni genere. L’épicerie du Cirque, ristorante stellato Michelin, abbina squisiti piatti a un’atmosfera informale e rilassata.

L'épicerie du Cirque - Chef Dennis Broeckx

Il Jane propone un’esclusiva esperienza gastronomica (ma assicuratevi di prenotare in anticipo). Lo stesso vale per Het Gerecht , ristorante molto apprezzato in uno splendido edificio di Anversa.

The Jane in Antwerp - © Eric Kleinberg Photography

Se state cercando prezzi più abbordabili, le tradizionali patatine fritte tagliate a mano di Frituur Lo sono semplicemente squisite e hanno la fama di essere le migliori di Anversa. Per gli amanti della vita notturna, Waagstuk è una tipica birreria locale ricca di atmosfera, mentre al De Muze e al Café d’Anvers si può ballare fino all’alba sulle note dei gruppi jazz che si esibiscono dal vivo!

Banner Promo Brussels Airlines, Hi Belgium Pass
Back to top