Scheldekaai - ©www.moli-profi.be
Veerle Symoens

Veerle Symoens

  • Job: Editorial producer, content creator, mixed media artist
  • Favorite destination: Belgium
  • Likes:Her passion for the content, in text and images, and her feel of the commercial goals of a brand, meet perfectly in custom content projects. Today, she is also creating collages using her own photography.
Artista visivo, fotografo di moda, regista di video musicali: è difficile inquadrare Bjorn Tagemose in un’unica categoria. Non esiste location o idea che sia troppo impegnativa per lui quando si tratta di svilupparla in uno spettacolare progetto multimediale. Louis Vuitton, Chanel, Adidas e Nike si sono già avvalsi del suo talento; inoltre ha anche creato spettacoli dal vivo per i gruppi musicali The Hives, Editors e Kane. Non è certo nostra abitudine citare in continuazione delle celebrità, ma Bjorn lavora anche con i Simple Minds, Juliette Lewis, DJ Tiëston, Macy Gray, David Beckham, Sinead O’Connor, e molti altri personaggi famosi. Tagemose gira il mondo, ma si è innamorato di Anversa.

“Sono cresciuto nelle strade attorno a Conscienceplein. Un quartiere fantastico, che ha sempre avuto un’atmosfera molto artistica. Mia madre era belga, mio padre danese. Adesso vivo a Antwerp-Zuid ma i mesi estivi li trascorro in Svezia. Le vibrazioni creative di Anversa unite alla tranquillità, al silenzio e alla semplicità svedesi offrono il giusto equilibrio.” 

“Anversa favorisce la contaminazione tra diverse forme d’arte. E questo mi piace. Musica, cinema, moda: discipline che sono tutte intrecciate tra di loro. I gruppi rock hanno il senso dello stile, al mondo della moda piace incorporare elementi rock, basta vedere Walter Van Beirendonck. Non vi sono più limiti. Il mio lavoro unisce il rock ‘n’ roll puro a un’estetica essenziale. Naturalmente qui incontro molte anime gemelle creative. Ad Anversa la presenza di talenti artistici per metro quadrato è semplicemente sbalorditiva. Abbiamo il coraggio di trascendere i limiti, di mirare alto, di scambiarci costantemente le idee, di dire ciò che pensiamo e di lanciarci nei nostri progetti. E’ proprio questa individualità ad aver dato ad Anversa la reputazione di città d’arte internazionale.” 

“L’ansa del fiume Schelda e la zona portuale sono i posti che preferisco per lavorare. Ho avuto la fortuna di lavorare in alcuni dei posti più sorprendenti del mondo, ma Anversa è semplicemente più adatta ad alcuni progetti. L’asprezza di luoghi come il Linkeroever (riva sinistra), gli ex depositi della ferrovia a nord della città, il lungofiume: questo non riesco a trovarlo da nessun’altra parte. Riconosco la stessa sensazione grezza nel lavoro di Tuymans o di Dries Van Noten.”

“Non tralascerò mai più Anversa”, mi ha detto una volta Eddie Vedder dei Pearl Jam dopo un incredibile concerto alla Lotto Arena. L’energia che si respira in questa città è un’incredibile fonte di ispirazione per un artista.”
Back to top