Jan Van Eyck Statua a Bruges - Photo El-Moe © https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/

Jan van Eyck (Maaseik, c. 1390 - Bruges, 9 luglio 1441) è stata una figura di spicco nella rivoluzione pittorica che ha avuto luogo nei Paesi Bassi nella prima metà del XV secolo. È stato uno dei principali rappresentanti dei Primitivi Fiamminghi, insieme con Rogier van der Weyden. Famoso per i suoi ritratti di un realismo meticoloso, van Eyck fu uno dei primi artisti fiamminghi a firmare le proprie opere. Con la sua osservazione minuziosa e la fedele rappresentazione della realtà, il suo brillante uso dei colori e padronanza degli oli, Van Eyck elevò la pittura a nuovi e più elevati livelli. La sua creazione più famosa è la pala d'altare "Adorazione dell'agnello mistico" realizzata per la cattedrale di San Bavone a Gent.

Un'opera che lega la figura di Jan van Eyck alla città. La cattedrale di San Bavone è una delle principali attrazioni turistiche della città, insieme con il Gravensteen, il Castello dei Conti. Se sei interessato al restauro della pala d'altare, non puoi esimerti dal visitare il Museo delle Belle Arti. Jan van Eyck è anche strettamente collegato a Bruges, dove tenne un atelier e trascorse gran parte della sua vita. Luogo importante per ammirare la sua opera è il museo Groeninge che offre una variegata panoramica della storia delle arti visive in Belgio e vanta una collezione dei Primitivi Fiamminghinota in tutto il mondo. E mentre esplori la città, non dimenticare di scattare una foto sotto la sua statua, nella piazza a lui intitolata.

Back to top