Bruegel statue

Due antiche fonti suggeriscono che Bruegel nasceva probabilmente tra gli anni 1525 e 1530, in quanto è registrato come libero maestro della Corporazione di San Luca, Anversa, nel 1551. La verità è che sappiamo molto poco della sua vita. E ciò lo rende una figura davvero enigmatica. Fu certamente affascinato da natura, umanità e grottesco e ciò lo rende difficile da inserire in una specifica tipologia di artista.

Pieter Bruegel il Vecchio - ca. 1565 (self portrait)
Dopo il buio dei suoi primi anni, Bruegel compare sulla scena quando si trasferisce ad Anversa, al tempo culla della rinascita del sapere e dell'arte europei. Fu qui che, dopo una formazione da pittore e tipografo, si unì ai ranghi della Corporazione di San Luca, un gruppo di artisti i cui membri rappresentano il fior fiore della pittura fiamminga: Pieter Paul Rubens, Hans Memling e i due figli di Bruegel, Pieter Bruegel il Giovane e Jan Bruegel.


Dopo un breve soggiorno in Italia, Bruegel si trasferì probabilmente a Bruxelles, crocevia di artisti e della nuova nobiltà urbana. Lì continuò a sfornare capolavori nel suo stile iconico: prepotentemente autentico, eppure fortemente simbolico, profondamente radicato nella tradizione locale, ma sempre universale per significato e portata e costantemente popolare a dispetto della presunta iconoclastia di Bruegel, spesso riconducibile a Hieronymus Bosch.

Il Paesaggio invernale con pattinatori e trappola per uccelli, conservato nel Museo delle Belle Arti di Bruxelles, è un perfetto esempio del grandioso talento di Bruegel e senz'altro interessante da guardare da vicino. Il dipinto anticipa l'imminente scoppio della Guerra degli Ottant'anni che sbalzò via i Paesi Bassi, cambiando per sempre la società che Bruegel aveva con tanta cura osservato.
Bruegel morì nel 1569 e fu sepolto nella stessa chiesa dove si era sposato, la Notre-Dame de la Chapelle, vicino il Sablon a Bruxelles. I due figli di Bruegel, Pieter (il Giovane) e Jan (il Vecchio), nati rispettivamente nel 1564 e nel 1568, divennero entrambi rinomati artisti.

Back to top