Nei campi di battaglia delle Fiandre - Museo - La Grande Guerra, Ypres - ©milo-profi

Questo tour vi offre l'opportunità si sfruttare al massimo la visita di 48 ore nei Flanders Fields (i Campi di battaglia delle Fiandre della Prima Guerra Mondiale) focalizzandosi sui luoghi altamente accessibili. Il giro inizia con la visita del Museo In Flanders Fields ubicato nell'imponente Torre dell'Orologio di Ypres. Non mancate di visitare la Collina 62, i cimiteri militari, la Porta di Menin, la Casa Talbot ed altri luoghi di interesse.

Giorno 1

In Flanders Fields Museum
L'In Flanders Fields Museum, interamente rinnovato, racconta la storia della Grande Guerra combattuta nel campo di battaglia delle Fiandre occidentali. Il museo è accessibile con assistenza. Può essere necessario chiedere aiuto quando si sale la ripida rampa di metallo. È disponibile una toilette adattata. La caffetteria è accessibile e alcuni tavoli sono adatti a utenti su sedia a rotelle.
 
John Mc Crae - il cimitero di Essex Farm
Dopo pranzo lasciamo Ypres e ci dirigiamo verso il cimitero di Essex Farm. Nel maggio 1915, il Tenente Colonnello e medico canadese John McCrae compose proprio qui la sua famosa poesia "In Flanders Fields". Il sito è accessibile con assistenza supplementare. Le strade acciottolate possono causare problemi.
 
Saint-Charles De Potyze
Zonnebeekseweg, Ypres, Belgio  |  +32 57 23 92 20
Durante la Prima Guerra Mondiale esisteva una piccola scuola nelle vicinanze di questo cimitero. Le truppe francesi se ne servirono come ambulatorio medico e i caduti venivano sepolti nel giardino adiacente. Il giardino si trasformò in un vero cimitero, ma molte tombe furono distrutte durante la guerra. Questo cimitero è il più grande di tutto il Belgio. Circa 4.200 soldati francesi sono sepolti qui, dei quali 616 interrati in una fossa comune. Il cimitero è accessibile se assistiti. La via di accesso acciottolata è in cattive condizioni in alcuni punti.
 
Hill 62
Hill 62 è una collina nelle vicinanze di Ypres. Il numero "62" indica che la collina si trova a 62 metri sopra il livello del mare. Hill 62 o Höhe 62 passò in mani tedesche nel giugno del 1916 ma fu riconquistata dalle truppe canadesi che subirono grandi perdite durante la conquista. Il sito è accessibile se assistiti. L'ingresso alternativo per persone su sedia a rotelle attraverso l'ingresso di servizio non è segnalato con chiarezza. I percorsi possono presentare passaggi sull'erba.
 
L'ultima stazione (Last Post)
Menenstraat, Ypres, Belgio  |  +32 57 23 92 20
Ritorniamo a Ypres per un pasto e per assistere alla cerimonia dell'ultima stazione celebrata ai piedi del Menin Gate. Il Menin Gate, costruzione a forma di arco trionfale romano, porta i nomi di 54.896 soldati del Commonwealth dispersi all'epoca dell'Impero Britannico. Dal 1928, il cosiddetto Last Post viene celebrata qui ogni giorno alle 8 di sera per commemorare i caduti. Il Menin Gate è solo parzialmente accessibile dalle persone su sedia a rotelle e i pannelli sui quali è possibile leggere i nomi sono accessibili solo tramite l'utilizzo delle scale. La via che porta al percorso alternativo per ammirare i pannelli in cima al Menin Gate non è accessibile in sedia a rotelle. Tuttavia, la sala principale, dove è possibile assistere ogni giorno alla cerimonia del Last Post, è accessibile. In cima al Menin Gate, i non vedenti e gli ipovedenti possono toccarne il modello, esatta replica del monumento.

Giorno 2

Talbot House
Gasthuisstraat 43, Poperinge, Belgio  |  +32 57 33 32 28
Questo club dei soldati britannici della Prima Guerra Mondiale aprì le porte al pubblico nel 1931. La capella dell'attico, il bellissimo giardino e una grande quantità di cimeli respirano l'atmosfera dell'epoca. Dal 2004, la sala concerti ospita una mostra permanente sulla vita quotidiana al fronte di Ypres. Il museo è accessibile con assistenza supplementare. Si potrebbe aver bisogno di aiuto per aprire la porta piuttosto pesante presente all'ingresso. La mostra al piano terra è accessibile ai visitatori su sedia a rotelle. È possibile raggiungere la sala concerti al primo piano con l'ascensore, ma c'è una ripida salita lungo il percorso. Le toilette non sono abbastanza spaziose per gli utenti su sedia a rotelle per usufruirne comodamente. La mostra che ha sede nel giardino, lo "Slessorium" e la Talbot House non sono accessibili in sedia a rotelle.
 
Il luogo delle esecuzioni e le celle dei condannati
Alcuni soldati britannici, traumatizzati dalla forza delle armi, rifiutarono di tornare in battaglia o disertarono. Per questo subirono la pena di morte mediante l'esecuzione. Le due celle dove i soldati attendevano la loro pena è stata restaurata e il palo del luogo del patibolo è stato ricollocato nel cortile del municipio. Pannelli esplicativi e una registrazione audio raccontano i sentimenti di chi subiva "l'esecuzione all'alba". Il cortile con il patibolo è accessibile indipendentemente. Le celle sono accessibili con assistenza supplementare data la presenza di una porta larga solo 78 cm e il limitato spazio di circolazione all'interno delle celle.
 
Il cimitero militare di Lijssenthoek
Boescheepseweg, Poperinge, Belgio  |  +32 57 22 36 36
Dopo pranzo ci rechiamo al cimitero militare di Lijssenthoek.
Il cimitero fu il primo testimone di oltre quattro anni di violenza bellica. Dal 1915 fino al 1920 l'area di Lijssenthoek ospitò il più grande ospedale d'evacuazione di Ypres Salient. I 10.758 soldati feriti che perirono all'interno dell'ospedale furono sepolti in loco.
Il cimitero è raggiungibile con assistenza attraverso l'entrata laterale, adiacente al centro visitatori. Per aprire il chiavistello del cancello d'ingresso può essere necessaria ulteriore assistenza. I percorsi su terreno erboso sono anch'essi abbastanza accessibili con un po' di aiuto.
 
Il cimitero di Tyne Cot
Il cimitero di Tyne Cot è il più grande cimitero del Commonwealth del continente nonché il principale testimone della sanguinosa Battaglia di Passchendaele. Circa 12.000 soldati sono sepolti qui. L'impressionante Tyne Cot Memorial contiene i nomi di oltre 35.000 soldati dispersi in azione. Il cimitero è accessibile attraverso un ingresso alternativo. Talvolta i percorsi risultano ripidi. Si potrebbe aver bisogno di aiuto per superare una pendenza nella direzione del centro visitatori e successivamente per aprire la porta. C'è una toilette adattata, che è tuttavia difficile da raggiungere a causa di un percorso acciottolato. Lo spazio al suo interno è limitato, ma utilizzabile.
 
Per ulteriori informazioni, vedere qui.
Back to top