Flanders Fields History ©Memorial Museum Passchendaele 1917

Dopo la loro avanzata attraverso il Belgio e la Francia orientale, i tedeschi vennero fermati dalla vittoria degli Alleati nella Battaglia della Marna alla fine del settembre 1914. Iniziò così la cosiddetta "Corsa al mare".

Esondazione dell'Yzer

La Prima Battaglia di Ypres avvenne in un momento decisivo di tale "corsa": ogni lato tentò di aggirare l'ala settentrionale e occidentale dell'altro, portando così il conflitto fino alle coste marine del nord del Belgio. In ottobre, l'esercito tedesco lanciò un'offensiva con l'obiettivo di rompere le linee alleate per conquistare Ypres e le strade che conducevano ai porti del canale marittimo, controllando in tal modo l'accesso al Mare del Nord. L'avanzata tedesca fu tuttavia bloccata grazie all'esondazione della pianura dell'Yser causata dalla voluta apertura delle dighe a Veurne-Ambacht, Nieuwpoort, da parte dell'esercito belga. L'inondazione fece aumentare il livello dell'acqua tra l'Yser e la diga di Nieuwpoort-Diksmuide, bloccando così la battaglia. Al tempo stesso, a sud, i rinforzi inglesi e i francesi evitarono con successo uno sfondamento tedesco presso Ypres. La Prima Battaglia di Ypres si protrasse fino a novembre, quando l'arrivo di un rigido inverno interruppe le ostilità. Alla fine, gli Alleati mantennero una posizione importante, l'Ypres Salient, che si estendeva per 6 chilometri fino alle linee tedesche, mentre i tedeschi conquistarono l'anello di altura che sovrastava la città. Entrambi gli eserciti costruirono trincee fortificate lungo il fronte occidentale. Questo trinceramento per la Corsa al mare trasformò la guerra di movimento in una statica guerra di trincea che avrebbe caratterizzato la Grande Guerra per gli anni a venire.

Per saperne di più sulla Seconda Battaglia e la Terza Battaglia di Ypres

Back to top