Cioccolato belga Gallerie 1900 Neuhaus

Nel corso dei secoli, il Belgio si è costruito un'eccellente reputazione nell'arte della produzione del cioccolato. Tutto ha avuto inizio nel XVII secolo a Gent. Oggi, il Belgio conta più di 320 maestri cioccolatieri e produce oltre 725.000 tonnellate di cioccolato l'anno. Ecco qui la storia di questo prezioso prodotto

Il cioccolato nei secoli

Il cioccolato belga nel 17mo secolo

XVII secolo 

I primi indizi del commercio del cioccolato in Belgio risalgono al 1635 a Gent, nella registrazione dell'acquisto da parte dell'abate dell'Abbazia Baudeloo. In quel periodo il cioccolato veniva utilizzato dai farmacisti come tonificante.

Cioccolato belga Chocolats Meyers

XIX secolo 

Nel 1840 il produttore di cioccolato Berwaerts cominciò a vendere le prime barrette, pasticche e statuine di cioccolato. Fu in questo periodo che iniziarono a nascere le prime aziende specializzate nella produzione di cioccolato che in seguito divennero grandi società: Neuhaus (1857), Côte d’Or (1883), Jacques (1896) e Callebaut (1911).

Il cioccolato belga nel 20mo secolo - World Expo '58 Bruxelles

XX secolo - il secolo delle invenzioni belghe 

Sono quattro le invenzioni che segnano la storia del cioccolato belga: l'invenzione della pralina e del ballotin, la nascita del cioccolato spalmabile e lo sviluppo del sistema di trasporto del cioccolato liquido

Nel 1912 Jean Neuhaus Jr. inventò la pralina, il primo cioccolatino con un ripieno morbido. Nel 1915 Louise Agostini, moglie di Neuhaus progettò il primo ballotin, una scatola in cui confezionare le praline. Nel 1925 Charles Callebaut fece una delle invenzioni più importanti: il sistema per trasportare la cioccolata liquida dall'azienda di Weize ai clienti. Nel 1935 Basile Kestekidès, il nipote del fondatore di Leonidas, inventò il 'Manon', una pralina piena di cioccolato bianco. Nel 1936 Jauque lanciò la prima barretta di cioccolata con ripieno di pralina. 

Anche il cioccolato spalmabile è un'invenzione belga, fu infatti prodotto per la prima volta da Côte d’Or nel 1952. Fu proprio il brand Côte d’Or a portare il cioccolato belga sotto i riflettori internazionali quando organizzò una grande campagna promozionale durante l'Expo del 1958 che si tenne a Bruxelles.

Salon du Chocolat:degustazione cioccolato - ©Eric Danhier

XXI secolo 

Il cioccolato belga delle Fiandre e di Bruxelles è apprezzato in tutto il mondo per la sua qualità. 
I maestri cioccolatieri sono riconosciuti come delle vere e proprie star per creatività e talento.

Fatti & Cifre

Facts & figures sul cioccolato belga
Back to top