Cari amici delle Fiandre,

il perdurare della situazione dovuta al COVID-19 impone che anche in Belgio siano in vigore delle misure di contenimento. Puoi trovare le relative informazioni dettagliate sul sito del Governo Federale Belga.
Ti invitiamo inoltre a far riferimento alle direttive italiane: consigliamo di consultare la sezione relativa al Belgio del sito Viaggiare Sicuri (servizio dell’Unità di Crisi della Farnesina).
Considera infine che è richiesto di compilare il “Passenger Locator Form” prima dell’arrivo in Belgio: verifica online i tempi e le eccezioni.

Un caro saluto da tutti noi di VISITFLANDERS

An Italian Roar: Fiorenzo Magni

Nel corso degli anni il Giro delle Fiandre ha attratto nelle Fiandre molti grandi campioni del ciclismo, sia stranieri che nazionali

Alcuni di essi si sono addirittura rivelati veri specialisti in questa gara. Uno dei più grandi ciclisti che “la più bella delle Fiandre” abbia mai conosciuto è l’italiano Fiorenzo Magni. Detentore a pari merito del record delle Fiandre, Magni è stato il primo – e tuttora l’unico – ciclista a vincere tre edizioni consecutive (1949, 1950 e 1951). Questo tour de force gli ha giustamente fatto conquistare il soprannome, inconsueto per un Italiano, di ‘il Leone delle Fiandre’. Un titolo al quale Magni teneva molto.
Godendo delle rigide condizioni atmosferiche e completamente a suo agio sui nostri muri e pavè, Magni correva come un vero Flandrien, ovunque andasse. Nel Giro d’Italia del 1956 ha mostrato un esempio straordinario della sua enorme forza di volontà. Affetto da una frattura della clavicola, ha rifiutato di arrendersi, e per compensare l’impossibilità di esercitare forza con il braccio sinistro ha corso tenendo tra i denti un pezzo di tubo interno di gomma attaccato al manubrio, per far maggiormente leva.

Purtroppo, Fiorenzo Magni è deceduto all’età di 92 anni il 19 ottobre 2012, appena una settimana dopo il nostro incontro con lui a casa sua, a Monticello Brianza. 

Lasciati ispirare dalle parole di un importante campione del ciclismo e vero Flandrien:

Torna in cima