Cari amici delle Fiandre,

considerato l’evolversi della situazione dovuta al COVID-19 in Belgio, le misure di contenimento sono state integrate con ulteriori restrizioni.
Potete trovare le relative informazioni dettagliate  sul sito del governo federale belga.   

Se state programmando un viaggio nelle Fiandre, a Bruxelles o altrove in Belgio per una durata di 48 ore o più, siete tenuti a compilare un “Passenger Locator Form” nelle 48 ore precedenti al vostro arrivo in Belgio.

Siete altresì pregati di far riferimento ai vostri rispettivi tour operator e alle direttive italiane. Consigliamo di consultare anche la sezione relativa al Belgio del sito Viaggiare Sicuri (servizio dell’Unità di Crisi della Farnesina).

Un caro saluto da tutti noi di VISITFLANDERS

Connecterra Maasmechelen
Mentre risuona sempre più intenso il canto degli uccelli, il sole disperde dolcemente le nuvole grigie. La primavera è tornata. È il momento ideale per godersi l'aria aperta nei numerosi paradisi naturali delle Fiandre, a piedi o in bicicletta. Quando sarà di nuovo possibile, ti accoglieremo a braccia aperte. Ecco alcune chicche imperdibili per il tuo prossimo viaggio nelle Fiandre.

Una boccata d'aria fresca alle porte di Bruxelles

Forse non si associa subito Bruxelles a rilassanti passeggiate in campagna. Probabilmente si pensa prima alla vivacità di questa città spumeggiante ricca di arte e patrimonio. Ma attenzione: Bruxelles è entrambe le cose. Alle porte della capitale si trovano delle meravigliose oasi di pace.

La storica Foresta di Soignes ne è un ottimo esempio. Questo sito di 4.400 ettari alla periferia di Bruxelles è ciò che rimane di una foresta primordiale, le cui strutture più antiche conosciute risalgono al periodo neolitico (11.000 a.C. circa - 3000 a.C. circa). Cinque grandi aree di questa foresta sono protette dall'UNESCO come riserve forestali ma c'è ancora molto spazio a disposizione per godersi la natura. A piedi, in bici, a cavallo o in mountain bike: sono innumerevoli i percorsi tracciati all'insegna del divertimento.

Una delle porte d'accesso a questa grande foresta è il parco di Tervuren. Un maestoso viale costellato da stagni, aiuole e opere d'arte forma un tappeto verde che ti condurrà in questo splendido parco. In mezzo a queste bellezze naturali si trova l'Africamuseum: un incantevole edificio neoclassico che espone una collezione etnografica dell'Africa centrale.
 
Dall'altro lato della capitale, nella periferia fiamminga di Bruxelles, gli amanti del verde saranno nel loro elemento. Il Giardino botanico di Meise è uno dei più grandi giardini botanici del mondo. Qui troverai un tesoro naturale inimmaginabile: ben 18.000 specie diverse di piante e fiori, all'aperto o nelle maestose serre dei giardini. Passeggia nell'immenso giardino delle rose oppure togliti le scarpe e scopri il sentiero percorribile a piedi nudi.

Botanic Garden Meise - (c) Plantentuin Meise

Il connubio perfetto di storia e natura

Le Fiandre hanno un vasto patrimonio culturale, ricco e secolare. Lo si trova nelle nostre città, ma sicuramente anche in mezzo alla natura. In tutta la regione si possono ammirare magnifici castelli storici, circondati da parchi e giardini altrettanto mozzafiato.

Il castello di Groot-Bijgaarden è il primo esempio. La struttura, che ha oltre 5 secoli, è ancora oggi uno dei capolavori nel suo genere. Intorno al castello - con il suo ampio fossato - si trova una magnifica area escursionistica di circa 14 ettari. Questa primavera, il parco sarà la cornice di Floralia Brussels, un evento che celebra la bellezza dei fiori e delle piante.

Un altro esempio interessante è il castello di Gaasbeek. Questo maniero - o meglio, il predecessore dell'attuale castello - venne costruito nel lontano XIII secolo come parte della cintura difensiva intorno a Bruxelles. Oggi è un monumento all'interno in un bel parco, con un giardino-museo annesso: un giardino dell'eden contemporaneo e un luogo da sogno per fare il pieno di relax.

Il castello di Ooidonk è il terzo esempio di questo sodalizio tra storia e natura. Già nel XIV secolo questa fortezza monumentale era un avamposto nella difesa della città di Gent. L'edificio, che fu distrutto diverse volte, fu ricostruito nel XVII secolo nello spirito del Rinascimento. Si erge nella foresta di Ooidonk, un tempo terreno di caccia per la nobiltà, oggi un bosco fiabesco.

Kasteel Gaasbeek - (c) Piet De Kersgieter

Classici moderni

Le Fiandre hanno un patrimonio inesauribile di bellezze naturali, ma l'elenco è troppo lungo per essere citato integralmente. Ti vogliamo però svelare altri due classici moderni. In primavera il grigio dell'inverno cede il posto a un bouquet di colori vivaci. Non c'è posto migliore per ammirarlo della foresta di Halle. A metà aprile, milioni di giacinti di bosco fioriscono, srotolando un abbagliante tappeto di fiori blu-viola. Uno spettacolo naturale imperdibile che stupisce ogni anno.

Il nostro ultimo suggerimento è il primo parco nazionale delle Fiandre: il Parco nazionale Hoge Kempen. Potrai percorrere a piedi o in bicicletta ben 12.000 ettari di natura incontaminata. Estese foreste di pini, brughiere in fiore, dune sabbiose, grandi specchi d'acqua e alte cime da cui si gode un panorama mozzafiato. In bicicletta - che si può noleggiare sul posto - scoprirai questo paesaggio meraviglioso con il vento trai i capelli.

Hallerbos - (c) Le Backpacker

Il benessere primaverile

La dolce primavera fiamminga è lo scenario perfetto per lasciarsi alle spalle il freddo invernale. Lungo un fiabesco tappeto di fiori o tra antichi castelli. In un'oasi di pace alle porte di una metropoli o nel Parco nazionale delle Fiandre. Ti accogliamo a braccia aperte, per ora solo in senso figurato: dal vivo o immaginando il prossimo viaggio, il relax è assicurato.

Torna in cima