Cari amici delle Fiandre,

il perdurare della situazione dovuta al COVID-19 impone che anche in Belgio siano in vigore delle misure di contenimento.
Potete trovare le relative informazioni dettagliate  sul sito del governo federale belga.   

Se state programmando un viaggio nelle Fiandre, a Bruxelles o altrove in Belgio per una durata di 48 ore o più, siete tenuti a compilare un “Passenger Locator Form” nelle 48 ore precedenti al vostro arrivo in Belgio.

Siete altresì pregati di far riferimento ai vostri rispettivi tour operator e alle direttive italiane. Consigliamo di consultare anche la sezione relativa al Belgio del sito Viaggiare Sicuri (servizio dell’Unità di Crisi della Farnesina).

Un caro saluto da tutti noi di VISITFLANDERS

Atelier di Van Eyck (c) Historium.jpg

Jan van Eyck (Maaseik, c. 1390 - Bruges, 9 luglio 1441) è stata una figura di spicco nella rivoluzione pittorica che ha avuto luogo nei Paesi Bassi nella prima metà del XV secolo. È stato uno dei principali rappresentanti dei Primitivi Fiamminghi e fu uno dei primi a firmare le proprie opere. Van Eyck elevò la pittura del Nord Europa, e non solo, a nuovi livelli e resta uno dei più importanti Maestri Fiamminghi di tutti i tempi.

Il capolavoro di Gent

La sua creazione più famosa è la pala d'altare "Adorazione dell'agnello mistico" realizzata per la Cattedrale di San Bavone – Sint-Baafs a Gent, dipinta insieme al fratello. La storia della pala è ricca di colpi di scena, di furti, di tentativi di distruzione. L’Agnello Mistico è riconosciuto come una delle opere d'arte più influenti della storia. É costituito da dodici pannelli, dipinti recto verso, con il più iconico, L'Adorazione dell'Agnello Mistico, al centro. Al momento del suo completamento, nel 1432, la creazione dei fratelli Van Eyck sorprese i contemporanei per la sua brillantezza, la vivacità e l’utilizzo dei colori.
 
Oggi, grazie a un importante progetto di restauro all’avanguardia, il dipinto può essere contemplato dal pubblico in tutta la sua magnificenza, nella sua sede originaria, La Cattedrale di San Bavone-St Baafs a Gent, ma in uno spazio e un contesto nuovo che esaltano la perfezione raggiunta dai Van Eyck 500 anni fa: il 25 marzo 2021 ha infatti aperto l’atteso Visitor Center. L’avveniristico centro esperienziale è dedicato al Polittico ma anche alla cattedrale gotica e alle altre opere d’arte custodite qui. La celebre pala d’altare ha trovato così una nuova e definitiva collocazione nel deambulatorio della cattedrale stessa, che è stata oggetto di un importante lavoro di ampliamento e ristrutturazione.
Il visitatore vi accede dalla Cripta, da qui ha inizio un tour che permette di rivivere la travagliata storia dell'opera, per mezzo di una tecnologia all’avanguardia che si avvale della realtà aumentata: un assistente virtuale digitale personale, disponibile in 9 lingue, lo guida da una cappella all'altra attraverso le avventure della cattedrale e del Polittico. In ognuna delle cappelle, per mezzo di occhiali oppure di un tablet, è possibile vedere l’ambiente circostante, ma l’immagine in 3D si sovrappone a quella reale, diventando parte integrante dell’esperienza. A seguito del rinnovo, la Cattedrale è ora anche interamente accessibile.
The Ghent Altarpiece (open) Sint-Baafskathedraal Gent (c)www.lukasweb.be - Art in Flanders vzw photo Hugo Maertens

“OMG, Van Eyck was here!”

L’apertura del Visitor Centre è il momento di punta di un programma di eventi volti a celebrare Van Eyck sotto il titolo OMG! Van Eyck was here che spaziano dalle arti visive, al teatro, al design, la moda, la gastronomia e la musica (come ad esempio Lights of Van Eyck e OMG! Seven Senses Tour). Per maggiori informazioni sul programma dedicato a Van Eyck a Gent clicca qui

Water Ghent © www.milo-profi.be

Van Eyck a Bruges

Van Eyck lasciò la sua opera più iconica a Gent, ma visse a Bruges come pittore di corte del Duca di Borgogna. In questa città realizzò la Madonna del canonico Van der Paele e il ritratto della moglie Margaretha conservate presso il Groeningen Museum. L’itinerario a Bruges ti porta inoltre a scoprire l’Ospedale di San Giovanni – Museo Memling, l’Historium, la piazza Jan van Eyckplein un tempo il cuore commerciale della città e il Gruuthuse Museum, esempio dei palazzi borgognoni e museo cittadino. A Bruges puoi percorrere un itinerario alla scoperta dei Primitivi Fiamminghi, un viaggio tra mostre e monumenti imperdibili.
Bruges vista sui canali Spiegelrei & the Lange Rei
Torna in cima