Cari amici delle Fiandre,

il perdurare della situazione dovuta al COVID-19 impone che anche in Belgio siano in vigore delle misure di contenimento.
Potete trovare le relative informazioni dettagliate  sul sito del governo federale belga.   

Se state programmando un viaggio nelle Fiandre, a Bruxelles o altrove in Belgio per una durata di 48 ore o più, siete tenuti a compilare un “Passenger Locator Form” nelle 48 ore precedenti al vostro arrivo in Belgio.

Siete altresì pregati di far riferimento ai vostri rispettivi tour operator e alle direttive italiane. Consigliamo di consultare anche la sezione relativa al Belgio del sito Viaggiare Sicuri (servizio dell’Unità di Crisi della Farnesina).

Un caro saluto da tutti noi di VISITFLANDERS

Bruegel statue

Due antiche fonti suggeriscono che Bruegel nasceva probabilmente tra gli anni 1525 e 1530, in quanto è registrato come libero maestro della Corporazione di San Luca, Anversa, nel 1551. La verità è che sappiamo molto poco della sua vita. E ciò lo rende una figura davvero enigmatica. Natura, umanità e grottesco erano le sue fonti d'ispirazione ed esercitavano su di lui un fascino potente.

Pieter Bruegel il Vecchio - ca. 1565 (self portrait)
Dopo i primi e misteriosi anni, Bruegel compare sulla scena artistica quando si trasferisce ad Anversa, al tempo culla della rinascita del sapere e dell'arte europei. Fu qui che, dopo una formazione da pittore e tipografo, si unì ai ranghi della Corporazione di San Luca, un gruppo di artisti i cui membri rappresentano il fior fiore della pittura fiamminga: Pieter Paul Rubens, Hans Memling e i due figli di Bruegel, Pieter Bruegel il Giovane e Jan Bruegel.


Dopo un breve soggiorno in Italia, Bruegel si trasferì probabilmente a Bruxelles, crocevia di artisti e della nuova nobiltà urbana. Lì continuò a creare capolavori nel suo stile iconico: prepotentemente autentico, eppure fortemente simbolico, profondamente radicato nella tradizione locale, ma sempre universale per significato e portata e costantemente popolare a dispetto della presunta iconoclastia di Bruegel, spesso riconducibile a Hieronymus Bosch.

Il Paesaggio invernale con pattinatori e trappola per uccelli, conservato nel Museo delle Belle Arti di Bruxelles, è un perfetto esempio del grandioso talento di Bruegel e senz'altro interessante da guardare da vicino. Il dipinto anticipa l'imminente scoppio della Guerra degli Ottant'anni che distrusse i Paesi Bassi, cambiando per sempre la società che Bruegel aveva con tanta cura osservato.
Bruegel morì nel 1569 e fu sepolto nella stessa chiesa dove si era sposato, la Notre-Dame de la Chapelle, vicino il Sablon a Bruxelles. I due figli di Bruegel, Pieter (il Giovane) e Jan (il Vecchio), nati rispettivamente nel 1564 e nel 1568, divennero entrambi rinomati artisti.

Flemish Masters 2018-2020: tre anni di arte, cultura ed eventi 

Nel 2019 le Fiandre celebrano la grandezza di Bruegel nell'ambito del progetto Maestri Fiamminghi 2018-2020, un triennio durante il quale il tuo viaggio nelle Fiandre potrà ispirarsi all'arte e alla creatività dei Maestri Fiamminghi - non solo Bruegel, ma anche Rubens e Van Eyck - che ti condurranno alla scoperta della loro terra. 

Torna in cima