Cari amici delle Fiandre,

il perdurare della situazione dovuta al COVID-19 impone che anche in Belgio siano in vigore delle misure di contenimento.
Potete trovare le relative informazioni dettagliate  sul sito del governo federale belga.   

Se state programmando un viaggio nelle Fiandre, a Bruxelles o altrove in Belgio per una durata di 48 ore o più, siete tenuti a compilare un “Passenger Locator Form” nelle 48 ore precedenti al vostro arrivo in Belgio.

Siete altresì pregati di far riferimento ai vostri rispettivi tour operator e alle direttive italiane. Consigliamo di consultare anche la sezione relativa al Belgio del sito Viaggiare Sicuri (servizio dell’Unità di Crisi della Farnesina).

Un caro saluto da tutti noi di VISITFLANDERS

Flanders Fields History ©Memorial Museum Passchendaele 1917
Dall'ottobre del 1914 all'ottobre del 1918, la città di Ypres fu al centro di una serie di battaglie. Ypres aveva una posizione strategica grazie ai numerosi canali e fiumi che collegano la costa e le strade principali che convergono in città.
Truppe tedesche ad Anversa

Dopo l'invasione tedesca del Belgio avvenuta il 4 agosto 1914, le prime truppe tedesche arrivarono a Ypres nell'ottobre di quell'anno. Pochi giorni dopo seguirono gli eserciti francese e britannico con l'obiettivo di conquistare solide posizioni difensive per resistere all'avanzata dei tedeschi. 
Per i successivi quattro anni, la città e i suoi dintorni furono i principali teatri di guerra della zona.
La prima grande battaglia, la Prima Battaglia di Ypres, ebbe luogo nell'ottobre del 1914. Tuttavia, durante i pesanti combattimenti autunnali l'esercito tedesco non fu capace di conquistare Ypres.
Dal gennaio del 1915 si instaurò una situazione di stallo tra gli Alleati e i tedeschi. Questo portò alla Seconda Battaglia di Ypres, in occasione della quale le truppe tedesche tentarono nuovamente un attacco alla città.
Anche se entrambe le battaglie di Ypres furono iniziate dai tedeschi, la terza fu un piano di sfondamento degli Alleati nel giugno 1917 che proseguì fino alla caduta di Passchendaele nel mese di novembre.
Oggi l'enorme devastazione causata da queste tre battaglie è ancora visibile nel paesaggio ed è simbolo dei duri scontri tra le due parti per l'acquisizione di terreno.

Torna in cima