In bici attraverso l’acqua e in bici attraverso la brughiera

Genk
Etalageroute-Water-Heide-FietsenDoorHetWater-HR-018
Il Limburgo è un paradiso per i ciclisti. Questa avventura ci conduce attraverso il meraviglioso Parco Nazionale Hoge Kempen, attraverso la brughiera, letteralmente in mezzo all'acqua e lungo il ricco passato minerario della regione.

In bici attraverso l’acqua e in bici attraverso la brughiera

0KM

Partenza

Genk
Etalageroute-Water-Heide-C-Mine-HR-014

Partenza: Genk

Il nostro tour in bicicletta inizia in un luogo simbolico. Oggi attraverseremo il Limburgo, dove sopravvivono ancora tracce del lungo passato minerario. In tal senso, C-Mine è un ottimo punto di partenza. Oggi questo ex sito minerario è un melting pot di arte, cultura e creatività. Di cui però parleremo più avanti. Per ora, lasciamo che siano le gambe ad esprimersi.

Mettiamo in movimento i nostri destrieri d'acciaio e scrolliamoci di dosso il traffico. Una pista ciclabile libera ci porta, dopo solo due minuti, su una strada meravigliosamente tranquilla. Su entrambi i lati siamo affiancati da alberi alti diversi metri. È il primo incontro con il verde del Limburgo, che oggi ci apprestiamo a conoscere approfonditamente. La maggior parte del nostro tour si snoda infatti attraverso il Parco Nazionale Hoge Kempen.

Etalageroute-Water-Heide-Kattevenne-HR-017

Parco Nazionale Hoge Kempen

L’imponente riserva naturale è il primo parco nazionale delle Fiandre. Il sito racchiude ben 12.000 ettari di natura incontaminata: da vaste pinete a fiorite brughiere viola, da dune cangianti ed estesi stagni ad alte vette. Pedaliamo allegramente all'interno del parco nazionale passando per Kattevennen, una delle sue nove porte di accesso. Un'area ricreativa che ha tanto da offrire. Superiamo, tra l’altro, il planetario Cosmodrome e dopo un po’ passiamo davanti al bikepark. Su questo percorso, i temerari della BMX e della mountain bike possono scatenare i loro demoni. Un po' più avanti, tocchiamo letteralmente il cielo con un dito. Saliamo infatti la Bliksemtrap, dove siamo ricompensati con una stupenda vista sulla vasta vegetazione e sugli ex siti minerari di Genk. 

Etalageroute-Water-Heide-FietsenDoorDeHeide-HR-034

Attraverso la brughiera

Continuiamo quindi a pedalare, fino ad un altro climax travolgente: “In bici attraverso la brughiera” è un'entusiasmante esperienza su due (o più) ruote. Prima un imponente ponte ciclabile di legno ci porta ai piani alti, finché ci ritroviamo a diversi metri dal suolo: possiamo così ammirare un magnifico panorama del parco nazionale. Dopo ci immergiamo noi stessi nella natura e improvvisamente ci ritroviamo a pedale attraverso il Mechelse Heide, lungo quattro chilometri. I colori caldi di fine estate gettano una luce brillante sulla scena. Un sorriso si stampa sul nostro viso e ce lo porteremo dentro per qualche tempo.

Dopo questa prima, emozionante parentesi, ci allontaniamo per un po' dall'Hoge Kempen. Ma solo per un po’. Dopo una piccola deviazione, ci ritroviamo subito nuovamente immersi in un'altra zona di questa gigantesca area verde. Arriviamo al Parco naturale Klaverberg, che occupa l'ex miniera di Waterschei e l’area circostante. Anche qui troviamo un paesaggio straordinariamente vasto da attraversare. Chi vuole conoscere questo angolo di natura in maniera diversa troverà una fantastica offerta di sentieri escursionistici, aree di sosta e stagni popolati da anfibi. Subito dopo, ecco un nuovo riferimento al passato minerario della regione. Attraversiamo infatti il vecchio sito minerario, oggi sede del Thor Park, passando persino sotto il vecchio castello di estrazione.

Etalageroute-Water-Heide-Kattevenne-HR-014

Un universo artistico

Un passaggio che preannuncia il nostro imminente saluto alla riserva naturale, spostando così il nostro interesse verso la cultura. E veniamo subito soddisfatti. Ben presto ci fermiamo infatti a LABIOMISTA, l'affascinante universo di Koen Vanmechelen. L’autorevole artista sta realizzando qui l'opera della sua vita, una commistione di arte, identità, fertilità e diversità bioculturale. Il tutto visibile e tangibile nel suo travolgente museo (all’aperto). Una tappa che merita tutto il nostro stupore. 

Etalageroute-Water-Heide-FietsenDoorHetWater-HR-017

Letteralmente in mezzo all'acqua

Dopo questa particolare scoperta possiamo ripartire. Ancora una volta ci ritroviamo completamente circondati da foreste. Attraversiamo infatti la riserva De Teut e la riserva naturale Het Wik che ci portano in bici attraverso l’acqua, un'esperienza davvero unica in bicicletta: svoltiamo a sinistra e ci ritroviamo su una pista ciclabile perfettamente rettilinea che ci conduce, per circa 200 metri, letteralmente attraverso un piccolo lago, da una sponda all'altra. La pista ciclabile è in leggera discesa, per cui a metà strada l'acqua raggiunge l'altezza dei nostri occhi. E così percepiamo, vediamo e annusiamo l'acqua, in un luogo pressoché magico.

Raggiunto questo culmine unico, la nostra avventura si conclude silenziosamente. Ma prima ci fermiamo al museo all'aperto Bokrijk, dedicato alla storia della vita quotidiana.

Etalageroute-Water-Heide-C-Mine-HR-004

Arrivo: Genk

Le ultime pedalate della giornata ci riportano al punto di partenza: C-Mine. L’ex sito minerario - i castelli di estrazione sono un imperituro ricordo del passato - è oggi un luogo di arte e patrimonio culturale. Stanchi ma soddisfatti, mettiamo da parte la bici per immergerci in un bagno di cultura. 

Genk
56KM

Arrivo

Informazioni pratiche

  • Parcheggio:
    Parcheggio C-Mine, Genk 
  • Trasporto pubblico:
    Stazione di Genk
  • Noleggio bici: 
    C-Mine, Kattevennen, demanio Bokrijk e Fietspunt stazione di Genk tramite Fietsparadijs Limburg
  • Rete di percorsi:
    73 > 509 > 250 > 30 > 29 > 534 > 251 > 252 > 550 > 551 > 565 > 41 > 40 > 39 > 512 > 508 > 548 > 74 > 79 > 71 > 92 > 91 > 243 > 242 > 72 > 73